• Mer. Giu 12th, 2024

Articolo scritto il 07/01/24
Nota di aiuto: per la comprensione di termini tecnici consulta il Glossario dei termini urbanistici

___

Il progetto è stato elaborato dallo Studio Vinti Associati, arch.ti Alberto Porta, Carlo Salucci, Paolo Vinti, responsabile Paolo Vinti. È una variante di quello presentato dallo Studio ARAUT (vedi articolo 2008-2019: Ex PIC – Progetto Studio Araut Engeenering) che aveva ottenuto il Permesso di Costruire Convenzionato N° 75 del 1° dicembre 2021. La variante è stata approvata dal Responsabile del Settore SUAPE del Comune di Bastia Umbra il 2/12/22 (autorizz. N° 45).
Permane nel nuovo progetto la stessa identificazione degli edifici 1,2 e 3 sebbene l’uno e il due risultano riuniti in un unico corpo di fabbrica.
I lavori sono iniziati ad aprile 2023 con Permesso di Costruire N° 1 del 15/03/23.

In questo articolo pubblichiamo tutto ciò che riguarda le principali varianti rispetto al precedente elaborato dello Studio ARAUT.

Si possono scaricare, a fine articolo, i documenti che riteniamo più importanti rimandando al sito del comune da dove è possibile scaricare l’intera documentazione seguendo questo percorso: Amministrazione trasparente/Pianificazione e governo del territorio/Piani attuativi/Anno 2023 – Piani Attuativi/ Allegati 1, 2 e 3 di Permesso di costruire convenzionato in variante al p.d.c.n.75 del 01/12/2021 per la realizzazione delle opere di urbanizzazione di cui alla d.g.c.n.35/2020 e dal piano attuativo di iniziativa mista comparto urbanistico D1.
Link: https://www.comune.bastia.pg.it/zf/index.php/trasparenza/index/index/categoria/552


Stralcio da Relazione Illustrativa
da “R_v-Relazione Illustrativa – giu 2022”
[…]
Architettura
Premesso che gli interventi edilizi saranno autorizzati e realizzati con ulteriori ed autonome Istanze da presentare al Comune di Bastia Umbra, nella variante proposta gli edifici vengono comunque ridimensionati e razionalizzati, rimanendo all’interno delle sagome di massimo ingombro già assentite. Il carattere frammentario del contesto, determinato non solo dalla compresenza casuale di singoli elementi “forti” (strada extraurbana, fiume, grandi edifici industriali, primaria viabilità urbana) ma anche dalla condizione tipica di frange esterne urbane prive di ogni disegno ordinatore, richiede un intervento conciso, unitario nelle soluzioni estetiche, rigoroso nelle scelte compositive, non dispersivo nelle scelte tecnologiche e con proporzionato impatto formale, per segnalare adeguatamente sia l’insediamento commerciale in quanto tale, sia una rinnovata qualità urbana a partire proprio da una delle principali “porte” della città di Bastia Umbra.

La caratterizzazione architettonica del complesso è data dalla regolarità delle geometrie di tutti i corpi di fabbrica, dalla sottolineatura formale delle funzioni ospitate, dall’uso di ampie superfici vetrate nell’involucro, dalle facciate schermate e protette da una pensilina che aggetta come un unico elemento lineare, finalizzata anche ad accogliere in maniera ordinata gli spazi destinati alle diverse insegne commerciali.

La copertura, realizzata principalmente con elementi alari prefabbricati con finitura di colori chiari ed opachi, sarà destinata ad accogliere i pannelli fotovoltaici necessari a coprire gli obblighi di legge e le esigenze energetiche della struttura commerciale. Sempre in copertura verrà collocata la maggior parte degli impianti di trattamento aria, concentrata nella fascia centrale grazie ad un apposito camminamento che, oltre a facilitare la manutenzione degli impianti stessi, consentirà anche di schermare le connessioni delle varie tubazioni con i locali sottostanti. Tutti gli impianti quindi risulteranno ampiamente nascosti dal parapetto laterale formato dai pannelli di tamponamento che sormontano il piano di copertura per circa 210 cm.

Per l’unità immobiliare n.1 invece, destinata a supermercato, viste anche le maggiori esigenze impiantistiche, si è scelto di posizionare i macchinari a terra, nell’area di carico e scarico laterale. Qui troveranno posto le unità di trattamento aria, gruppi refrigeranti ed il gruppo elettrogeno.

Al fine di schermare questi impianti ed evitare l’impatto visivo negativo sia di questi che degli imballaggi, dei contenitori scarrabili mobili e del compattatore rifiuti che solitamente transitano e vengono utilizzati in queste aree, verrà realizzata una recinzione costituita da un muretto in calcestruzzo di altezza pari ad 80 cm sormontato da una balaustra a lamelle orizzontali in acciaio zincato alta 120 cm. Esternamente alla recinzione sarà inoltre posizionato un filare di alberature autoctone tipo bagolaro, platano, acero, tiglio, cipresso. Tale abbinamento consentirà quindi di coniugare le esigenze di schermatura con un inserimento ottimale nel contesto paesaggistico circostante.

Riepilogo delle destinazioni d’uso
Edificio 1-2 – Superficie Utile Coperta totale = 7.020 mq.

Attività commerciale, alimentare 1 = 2.050 mq. vendita, 903 mq. magazzino = totale: 2.953 mq.
Att. Com., non alimentare 2 = 502 mq. ven., 106 mq. mag. = tot. 608 mq.
Att. Com., non alim. 3 = 500 mq. ven., 122 mq. mag. = tot. 712 mq.
Att. Com., non alim. 4 = 850 mq. ven., 113 mq. mag. = tot. 963 mq.
Att. Com., non alim. 5 = 850 mq. ven., 158 mq. mag. = tot. 1.008 mq.
Att. Servizi o Ristorazione 6 = tot. 366 mq.
Att. Servizi o Ristorazione 7 = tot. 410 mq.

Edifico 3 (attuale Mc Donald)
Att. Ristorazione 8 = tot. 490 mq.

Parcheggi
Posti auto totale = 325
Lotto A, centro commerciale, edifici 1-2 = 292
Lotto B, edificio 3 = 33

Planimetrie, prospetti e immagini

Viste edifici

Vista notturna edificio 1-2
Vista zenitale

Prospetti

Prospetto edificio 1-2 Nord, lato Petrini
Prospetto edificio 1-2 Sud, lato S.S. 75 (nei riquadri bianchi “Spazio per insegna”)
Prospetto edificio 1-2 Ovest, lato Chiascio – Est, lato via IV Novembre
Prospetti edificio 3 (nei riquadri bianchi “Spazio per insegna”)

Le varianti rispetto al progetto ARAUT approvato

La riqualificazione della Fonte Moncioveta

Recupero della zona antistante la fonte ad area di sosta, lavori di sistemazione, variante in corso d’opera (gennaio 2023)

Regime dei suoli a fine intervento

Traccaiato pista ciclopedonale

Il tracciato è segnalato con il colore nocciola

La destinazione delle Superifi Utili Coperte in pianta

Edificio 1-2
Edificio 3

Scarica qui sotto i documenti di progetto selezionati